Ricerca e Innovazione, l’assessore sull’evento dell’8 novembre alla Scala e il ruolo dei fondi UE

“Il premio dell'8 novembre intitolato a Umberto Veronesi è emblematico di come Regione Lombardia voglia puntare su Ricerca e Innovazione guardando al futuro". Questo il messaggio del vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla ricerca, innovazione, università, export e internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala, intervenendo alla giornata della ricerca organizzata dallo IEO, l’Istituto Europeo di Oncologia fondato da Umberto Veronesi nel 1994.

 

RICERCA E INTERNAZIONALIZZAZIONE

 

Il vicepresidente ha voluto toccare anche il tema delle relazioni internazionali, dove Regione Lombardia è impegnata su più fronti: "Stiamo lavorando con lo Stato d’Israele - ha precisato Sala - per rafforzare la partnership anche a livello sanitario, per stimolare la ricerca e applicarla come solo la Lombardia sa fare".

 

PROGETTI CON LO IEO

 

IEO e Regione Lombardia collaborano da tempo su progetti di ricerca importanti. A questo proposito, il vicepresidente ha voluto sottolineare la necessità di rafforzare questo impegno: “Lavoriamo con IEO nel progetto NEON (finanziato da Regione con 3,9 milioni di fondi POR FESR 2014-2020, tramite uno degli Accordi per la Ricerca, ndr) e la collaborazione è fondamentale per dare una spinta alla ricerca per cui IEO lavora con grande impegno e sacrificio dal giorno della sua fondazione”.

 

FONDI EUROPEI PER LA RICERCA

 

Nel suo intervento, il vice presidente ha affrontato anche il tema delle risorse, fondamentali per lo sviluppo della ricerca, auspicando che quelle provenienti dall’Europa possano anche aumentare grazie alla collaborazione di tutti gli interpreti: “Regione Lombardia - ha sottolineato Fabrizio Sala - è supportata dai fondi europei ed è necessario un lavoro di squadra per fare in modo che in futuro questi fondi possano restare gli stessi o, meglio, aumentare per finanziare quelle scoperte scientifiche che fanno del bene a tutta la collettività”.

 

Vuoi vedere altre news?

Per partecipare attivamente è necessario farsi riconoscere, accedi o registrati anche con i tuoi account social.