• Redazione

    Nasce “Open Lombardia”, per una visione strategica dell’innovazione globale

    Uno spazio di confronto con esperti ed esperienze internazionali per indagare gli scenari post Covid

    di redazione open innovation | 20 mag 2020

Regione Lombardia attiva un nuovo spazio di confronto su questa piattaforma. “Open Lombardia”, questo il suo nome, vuole offrire all’ecosistema dell’innovazione lombardo uno sguardo oltre l’emergenza da Covid-19, per una riflessione aperta e condivisa su quella che sarà la nostra nuova quotidianità in un domani in cui molti ambiti e categorie andranno ripensati a partire dai cambiamenti ancora in corso.

L’obiettivo è offrire un percorso strutturato per identificare – con il contributo di esperti autorevoli a livello nazionale e internazionale e con il coinvolgimento guidato dei cittadini – priorità, proposte e linee di azione utili a costruire risposte adeguate al nuovo contesto economico, sociale, ambientale e tecnologico.

Le proposte più concrete confluiranno nel nuovo Programma Regionale di Sviluppo (PRS) post Covid19.

Uno spazio di confronto

Dal lavoro - con la diffusione dello Smart Working - alla gestione della salute, dalla mobilità - che dovrà saper sfruttare la potenza dei Big Data - all’istruzione, arricchita dalle possibilità offerte dalla Didattica a distanza: “Open Lombardia” esplorerà via via molti ambiti, coinvolgendo esperti autorevoli, stakeholder e cittadini, secondo i principi della ricerca e dell’innovazione responsabile, con una particolare attenzione, quindi, alle ricadute sociali degli interventi proposti.

Regione Lombardia punta dunque su un modello di Open Innovation, che già ha visto in questi due mesi il contributo importante della comunità scientifica (a cui si è rivolto un Bando congiunto per la ricerca contro il Covid-19) e dei cittadini, che in migliaia hanno risposto alle consultazioni pubbliche su Smart Working e elearning lanciate su questa piattaforma.

I contenuti

La centralità di questa iniziativa è sottolineata anche dai vertici di Regione: a questo link il video di presentazione del progetto del presidente Attilio Fontana e quello del vicepresidente e assessore a Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala.

“Open Lombardia” darà voce alle riflessioni di figure di caratura internazionale, che si interrogheranno su quali cambiamenti, tra quelli a cui stiamo assistendo, sono destinati a diventare assetti stabili della nostra società e, quindi, sulle priorità su cui occorre focalizzare politiche ed interventi.

Dai loro interventi si potrà aprire e alimentare una discussione pubblica sui diversi temi proposti.

Da subito, la sezione “Gli esperti” ospita le riflessioni di Piero Bassetti, centrate soprattutto sul ruolo della Pubblica Amministrazione, gli scenari di lavoro ed economici disegnati dal presidente di The European House-Ambrosetti Marco Grazioli, e le innovazioni raccontate dal Direttore scientifico dell’IIT di Genova, Giorgio Metta.

La sezione “Approfondimenti” permetterà di sviluppare un confronto mirato sulle trasformazioni in atto nei diversi settori, grazie al contributo di voci autorevoli del territorio: questa settimana ospitiamo l’intervento di Alessandro Venturi, Presidente Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia (vedi la voce Welfare); quello del giornalista scientifico ed esperto di Open Data Guido Romeo, uno dei dieci esperti selezionati per il Foro Regionale per la Ricerca e l’Innovazione (nell’ambito Dati & Infrastrutture Digitali); e quello della docente Marzia Vacchelli, Media Education Manager e animatrice della Community Open Scuola, l’iniziativa di Regione Lombardia per supportare la Didattica a distanza: potete leggere la sua intervista alla voce “Istruzione &Formazione”.

In primo piano anche la sezione “Esperienze internazionali”, che raccoglie esempi significativi di interventi pubblici - vedi ad esempio “Come la Nuova Zelanda e l'Australia stanno affrontando COVID-19 - e spunti di riflessione, come quello su “Cinque elementi essenziali per la sopravvivenza delle PMI nel mondo” proposto dalla ILO (International Labour Organization). 

Settimana dopo settimana, “Open Lombardia” si arricchirà di nuovi spunti e contributi, con l’obiettivo di far nascere una discussione ampia e articolata, alimentata anche attraverso sondaggi, consultazioni pubbliche, analisi statistiche e webinar.

Uno spazio plurale di innovazione, a cui tutti sono invitati a partecipare, per contribuire ad identificare soluzioni e priorità in una risposta comune alle nuove sfide, sociali e tecnologiche, che il territorio dovrà affrontare.

I nostri canali social
go to top