Image for the news
Platform

21/09/2022

Data-driven Smart Mobility: le opinioni dei cittadini per un approccio responsabile

Privacy e accessibilità tra le tematiche prioritarie secondo la Citizens’ Jury di TRANSFORM

Redazione Open Innovation

Redazione Open Innovation

Regione Lombardia

Si è concluso sabato 25 giugno il percorso partecipativo organizzato nell’ambito del progetto EU TRANSFORM per raccogliere le raccomandazioni dei cittadini e delle cittadine residenti in Lombardia sul tema della mobilità intelligente e responsabile.

La Giuria di Cittadine e Cittadini, composta complessivamente da 24 persone, si è svolta in due giornate. Alla fine del secondo appuntamento, i partecipanti hanno potuto presentare i propri suggerimenti sulla Smart Mobility basata sui dati, consegnando le raccomandazioni finali direttamente ai rappresentanti di Regione Lombardia.

La Giuria, organizzata da Fondazione Bassetti, che coordina anche l’intero progetto TRANSFORM, si è aperta con una fase informativa con esperti, che si è svolta l’11 giugno, e che ha permesso ai cittadini e alle cittadine di acquisire maggiori conoscenze sia sugli aspetti tecnologici sia su questioni etiche e sociali che possono emergere quando si parla di servizi di mobilità data-driven. A distanza di due settimane, i Giurati si sono nuovamente riuniti e sono stati invitati a riflettere in modo collaborativo sulle tematiche legate a una mobilità responsabile e, a partire da queste, a elaborare delle raccomandazioni concrete per i decisori regionali.

La fase di discussione sugli aspetti di responsabilità legati alla Smart Mobility si è svolta in piccoli gruppi e in sessioni plenarie, accompagnata da facilitatrici professioniste. I risultati del confronto tra i gruppi di partecipanti hanno permesso di individuare sei tematiche principali: privacy, profilazione (raccolta ed elaborazione automatizzata di dati personali), inclusività territoriale e inclusività per categorie svantaggiate, accessibilità economica e digitale, accessibilità alle informazioni sull’esistenza e sul funzionamento dei servizi, e sicurezza, anche intesa come cybersecurity.

A partire dalle considerazioni emerse, la seconda parte dell’incontro è servita per elaborare e raffinare le raccomandazioni, definendone “obiettivi” e “misure” da mettere in pratica.

Le raccomandazioni finali, approvate all’unanimità dalla Giuria, sono contenute nel report disponibile a questo link

Al termine del percorso i Giurati hanno dimostrato una grande soddisfazione per il coinvolgimento nel processo deliberativo, dichiarando di aver apprezzato la possibilità di esprimere la propria voce e di sentirsi attivi come cittadini, in un ambito che li riguarda direttamente come la pianificazione del territorio e dei servizi ad esso connessi.

Le raccomandazioni sono state prese in carico da Regione Lombardia, che ne terrà conto nella pianificazione e nella realizzazione delle proprie azioni nell’ambito dei programmi regionali di Smart Mobility.

No attachments selected.
Tag di interesse
There are no areas of interest associated with this content