• Redazione

    Premio “Lombardia è ricerca” per le scuole, si aggiunge “RYoung”: in palio 75 mila euro

    Largo alle invenzioni degli studenti. La novità del Comitato Premio Claudio De Albertis

    di redazione open innovation | 15 apr 2019

Si arricchisce di un’importante novità il Premio “Lombardia è ricerca” per le scuole, istituito per il secondo anno consecutivo da Regione Lombardia in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per le migliori invenzioni e innovazioni nate nelle aule del territorio.

L’edizione 2019 vedrà infatti anche il contributo del Comitato Premio Claudio De Albertis con un riconoscimento specifico, il “Premio RYoung”. Ai 45 mila euro stanziati da Regione per il Premio “Lombardia è ricerca” riservato agli studenti degli istituti secondari superiori lombardi si affiancheranno quindi ulteriori 30 mila euro del Comitato per “RYoung”: per i progetti e prototipi delle scuole dunque quest’anno sono a disposizione 75 mila euro.

Il via libera ai Regolamenti dei due Premi è arrivato nella seduta della Giunta regionale del 15 aprile, su proposta del vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione.

Entrambi i riconoscimenti verranno consegnati nel corso della Giornata della Ricerca che si svolge ogni anno l’8 novembre al Teatro alla Scala.

Destinatari e obiettivi

Il Premio “Lombardia è ricerca” per le scuole vuole dare visibilità alle proposte più innovative degli studenti delle scuole secondarie di secondo grado (statali e paritarie) e dei percorsi di istruzione e formazione professionale (Iefp) presenti sul territorio lombardo.

Obiettivo dei progetti presentati deve essere quello di migliorare la qualità della vita e la sostenibilità. Gli ambiti sono quelli della strategia di specializzazione intelligente lombarda: Agroalimentare, Eco-industria, Industrie creative e culturali, Industria della salute, Manifatturiero avanzato, Mobilità sostenibile, Aerospazio. Le domande possono essere presentate dal 14 maggio al 28 giugno 2019 all’indirizzo premiostudenti2019@regione.lombardia.it

“Supportiamo i nostri studenti perché possano dettare gli indirizzi del futuro e contribuire a diffondere una cultura della ricerca e dell’innovazione - ha sottolineato il vicepresidente di Regione Lombardia  -. Con il premio ‘Lombardia è Ricerca’ per gli studenti e con il premio ‘RYoung Comitato Claudio De Albertis’ miriamo infatti a incentivare i ragazzi a essere promotori di proposte innovative in ambiti strategici per lo sviluppo sociale ed economico. Questo significa anche creare una sinergia tra i giovani e le istituzioni, valorizzando la loro creatività”.

Il meccanismo del Premio regionale

I ragazzi dovranno ideare un prototipo funzionante – definendo azioni, fasi e tempi di realizzazione – in una delle sette aree e dimostrare la singolarità e l’impatto sociale del progetto proposto.

Una Giuria di nove esperti si occuperà di valutare le idee degli studenti. In palio ci sono 15 mila euro per il primo gruppo di studenti classificato, 10 mila per il secondo e 5 mila per il terzo. Inoltre, 5 mila euro per gli istituti di provenienza dei vincitori, per un totale appunto di 45 mila euro.

“L’Usr Lombardia pone sempre attenzione alle iniziative mirate alla ricerca e all’innovazione, quali ulteriori fonti di apprendimento, ma anche di crescita delle menti e delle coscienze dei giovani, nella consapevolezza di acquisire nuove conoscenze e competenze per il bene dell’intera collettività”: così il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, Delia Campanelli, ha voluto commentare la partenza del Premio. “Ringrazio la Regione Lombardia perché riconosce un premio ai nostri giovani talenti, che realizzano delle intuizioni nei nostri laboratori attraverso l’applicazione delle innovazioni tecnologiche loro disponibili”, ha aggiunto.

RYoung: progetti sulle Smart cities e domande fino al 20 ottobre

Quella del 2018 è stata un’edizione di grande successo. Ma il 2019 vede un’ulteriore crescita, grazie all’affiancamento del Comitato Premio Claudio De Albertis.

Nello specifico, il “Premio RYoung” mira a valorizzare progetti per lo sviluppo di Smart cities, città intelligenti, con particolare attenzione ad ambiente e qualità della vita. Il gruppo di studenti vincitori sarà scelto tra cinque finalisti e riceverà dal Comitato 20 mila euro, più 5 mila euro per la scuola o istituto di appartenenza. Le quattro scuole finaliste riceveranno un contributo di 1.250 euro ciascuna. In tutto, dunque, il Comitato stanzia 30 mila euro.

“Ringrazio il vice presidente e tutta la Giunta regionale per aver accolto il ‘Premio RYoung Comitato Claudio De Albertis’ in seno al prestigioso ‘Lombardia è Ricerca 2019’ -. Stiamo unendo le forze - ha spiegato la Fondatrice e Presidente del Comitato Premio Claudio De Albertis, Carla De Albertis - per un obiettivo comune: mettere al centro i giovani, renderli protagonisti, stimolare in loro la passione per la ricerca e l’innovazione sempre con l’occhio puntato sull’uomo, la qualità della vita e la tutela dell’ambiente. E vogliamo premiare il merito, sia dei giovani studenti che delle scuole che li formano”, ha concluso.

Diverse in questo caso le tempistiche: per il “Premio RYoung” le domande possono essere presentate dal 1 maggio al 20 ottobre, sempre all’indirizzo premiostudenti2019@regione.lombardia.it.

La Giornata della Ricerca

La premiazione avverrà in entrambi i casi nel corso della terza edizione della Giornata della Ricerca, istituita dalla legge regionale 29/2016 e dedicata alla memoria di Umberto Veronesi: in quell’occasione viene assegnato il Premio internazionale “Lombardia è ricerca” da 1 milione di euro, quasi un Nobel lombardo riservato a una scoperta innovativa e di grande impatto sulla vita dei cittadini nell’ambito delle Scienze della Vita. Il tema dell’edizione 2019 è l’healthy ageing, l’invecchiamento in salute.

 

I nostri canali social
go to top